giovedì 18 ottobre 2012















Si veda il sito: www.gianlucabaldi.it





Gian-Luca Baldi è autore di una cinquantina di composizioni sinfoniche e cameristiche, tra cui cinque lavori per la danza e cinque lavori di teatro musicale per 'mondi fiabeschi'. Ha scritto inoltre due romanzi, e due raccolte di racconti.

Figura piuttosto solitaria nel panorama della musica contemporanea, sebbene abbia cominciato lo studio della composizione con un incontro del tutto speciale con Goffredo Petrassi, e sia stato allievo del compositore Ivan Vandor, è rimasto distante dalle grandi scuole compositive degli ultimi quarant’anni, come quella di Manzoni, di Donatoni, di Corghi, di Fedele, e per questo sostanzialmente poco conosciuto non solo al grande pubblico ma anche nella cerchia più ristretta della musica contemporanea. E’ tuttavia riuscito, grazie soprattutto alla stima di tanti interpreti, ad essere diffusamente eseguito sia a livello nazionale che internazionale.

In Italia ha avuto esecuzioni nei più importanti teatri e festival di una trentina di città, tra cui Roma, Torino, Milano, Bari, Bologna e Padova, e le sue composizioni, se è vero che non hanno mai vinto premi, sono sempre riuscite a vincere il triste incantesimo delle prime esecuzioni assolute che rimangono tali. Come The Ancient City ripresa cinque volte, L’armonia misurata del giorno e della notte eseguita ben sette volte, la sua opera da camera Oiche Shamnha – La notte di Samhain allestita in tre diversi teatri piemontesi nel 2008 e nel 2011, e le sue Sei immagini poetiche per il terzo millennio  che hanno appena cominciato il loro cammino con tre diverse esecuzioni.


Da anni è alla ricerca di un linguaggio che sia sintesi e alchimia equilibrata tra la musica antica e quella popolare, tra il pop e il barocco, tra i linguaggi atonali ed il minimalismo, una sintesi per la quale ha coniato la definizione di armonia fantastica. 

Caratteristica del suo linguaggio è ‘la dissonanza gentile’, la tonalità liquida e l’elaborazione di molteplici piccole cellule con le quali compone e scompone sia semplici melodie che non rifuggono la cantabilità e la tenerezza, che gesti musicali più articolati ed elaborati.
Complesso e raffinato nel pensiero e nel percorso formale, cerca invece una grande semplicità nella superficie degli oggetti sonori.
La sua musica ricerca lo spazio e l’espressività, la delicatezza e la profondità.

Tappa fondamentale di questo cammino di ricerca può essere considerata la partitura per La febbre dell'oro (The Gold Rush, 1925), commissionatagli dal Syracuse Film Festival,ed eseguita dal vivo il 12 ottobre di quest'anno al Syracuse Palace Theater (New York)..

E’ stato allievo di Ivan Vandor presso il conservatorio di Bologna e di Alvin Curran, col quale ha studiato al Mills College di Oakland, in California. Ciò nonostante ha dichiarato più volte di sentirsi in parte un autodidatta.

Collaborazione importante è quella col gruppo veneto di musica popolare Calicanto e con l'Orchestra Filarmonia di Treviso, cominciata nel 2008,  con i quali ha realizzato il progetto S-Confini (a partire da un’idea del compianto Carlo De Pirro), in cui per la prima volta nel nord-est un’orchestra sinfonica si è confrontata e ha dialogato con degli strumenti ed un repertorio popolare. Da questa collaborazione è nato il disco Mosaico.

Dal 2011 ha cominciato a collaborare con l’Università di Foggia, e nel  2012 è cominciata la sua collaborazione con il Syracuse Film Festival e con la Syracuse University (New York).

Docente titolare della cattedra di composizione dal 1999, insegna a Castelfranco Veneto dal 2011. Vive a Padova con la figlia Arianna.


In Italia ha avuto esecuzioni a Modena (Teatro S. Gimignano), Ravenna (Teatro Rasi), Bologna (Teatro S. Leonardo), Lugo di Romagna (Teatro Rossini), Faenza (Concerti del Fontanone), San Marino, Bari (Auditorium La Vallisa, Teatro Kursal, Salone degli Affreschi, Casa Piccinni, Pinacoteca Provinciale, Castello Sforzesco), Foggia (Teatro del Fuoco), Canosa di Puglia, Monopoli (Chiesa di S.Anna), Gioia del Colle (Teatro Rossini), Bitritto (Sala Castello), Montepulciano (Cantiere d’arte di Montepulciano), Roma (Accademia Americana, Teatro dell’Orologio, Parco della Musica, Casina del Cardinal Bessarione, Scuola Popolare di Musica del Testaccio), Milano (Centro S. Fedele), Cremona (Sala Rodi), Torino (Piccolo Teatro Regio, Teatro Crocetta), Mondovì (Teatro Baretti),  Padova (Auditorium Pollini, Teatro delle Maddalene), Rovigo (Auditorium Bisaglia, Cen.Ser, Conservatorio), Altavilla Vicentina (Villa Valmarana Vicentina), Castelfranco Veneto (Conservatorio Agostino Steffani), Bagnoli di sotto, Vigordarzere, Senigallia, Macerata.

All’estero, è stato eseguito soprattutto negli Stati Uniti, a San Francisco (Mills College Concert Hall, Oakland), New York (Frederick Loewe Theater), Syracuse (Palace Theater), North Hampton (Smith College Recital Hall) ma anche in Spagna (Tres Cantos) ed in Brasile.





Baldi col padre, il regista Gian Vittorio, e i fratelli Gianguido, attore, Gian Matteo e Gian Tommaso (Bologna, Cinema Lumiere, giugno 2009), alla presentazione del libro dedicato al padre, Fuoco! Il cinema di Gian Vittorio Baldi, di Roberto Chiesi.



Baldi con Edgar Morin, al Festival della letteratura di Mantova, nel settembre del 2012.
Il pensiero del filosofo francese ha profondamente influenzato l'ultimo libro di Baldi, la Grammatica dell'armonia fantastica, ispirato alla Grammatica della fantasia di Rodari.


Baldi col suo maestro, Ivan Vandor, in occasione delle giornate dedicate alla memoria di Goffredo Petrassi, Conservatorio di Bari, 15 dicembre 2004.


Con l'amico trombettista Tom Dambly, in Syracuse (Genesse Grand Hotel, Syracuse, ottobre 2012)

Two Opportunities to See and Hear
composer
Gian-Luca Baldi
Baldi is the guest at the SU Composers Symposium, before the premiere of his score to the iconic 1925 Charlie Chaplin film, Gold Rush





The Main Event:

Friday, October 12

7:00 pm
The Palace Theater
2384 James Street
Syracuse, NY

The Society for New Music joins with the Syracuse International Film Festival and LeMoyne College to present "Gold Rush," the 1925 silent film from director Charlie Chaplin.


Gian-Luca Baldi has composed a new and exciting score to accompany this iconic film, to be premiered at this event! Gian-Luca hails from Italy, and was a professor of composition at the Conservatorio Piccinni of Bari and is now at the Conservatory of Castelfranco Veneto. With an MA from Mills College, he is renowned for his fairy tales in music, film and television scores, orchestral and chamber music, and music for dance.
Our performers for this evening are: Rob Bridge, Carl Lovell, Josh Malison, Ann McIntyre, Steven Medicis, Elizabeth Simkin, Sar Shalom Strong. Heather Buchman conducts. 
Tickets may be purchased in advance through the Society for New Music, or at the door from the Film Festival.

Here's another chance to see Gian-Luca Baldi


Wednesday, October 12

6:45 pm - 8:00 pm
Setnor School of Music, Room 403

Syracuse University Campus


Gian-Luca Baldi is the guest for this week's composition seminar. Students as well as the general public are welcome to attend as he talks about his music and the world of the composer.




Nessun commento:

Posta un commento